Performance


 
JAN
FEB
MAR
APR
MAY
JUN
JUL
AUG
SEP
OCT
NOV
DEC
TOTAL
                           
2018
0.35%
-60.11%
1.44%
9.83%
7.03%
-7.64%
7.94%
-12.07%
-58.16%
2017
1.75%
-0.32%
-0.79%
3.24%
0.78%
0.09%
-1.07%
0.98%
0.18%
-0.56%
2.25%
-3.31%
3.11%
2016
2.67%
1.67%
-2.05%
0.66%
1.98%
0.41%
-0.56%
-0.45%
-3.17%
0.52%
-0.44%
-0.59%
0.49%
2015
4.80%
1.32%
1.99%
0.15%
-0.19%
2.22%
0.81%
-4.99%
1.95%
0.33%
0.25%
0.98%
9.75%
2014
3.60%
3.23%
0.93%
1.69%
1.09%
-0.35%
0.74%
0.74%
1.68%
-0.77%
-2.98%
-2.73%
6.86%
2013
0.72%
1.06%
-0.86%
1.32%
-11.91%
0.11%
-1.44%
0.79%
0.86%
1.47%
0.99%
1.96%
-5.60%
2012
1.47%
1.03%
0.96%
0.96%
1.31%
1.56%
1.71%
0.36%
0.24%
0.86%
1.77%
1.03%
14.09%
2011
1.28%
1.12%
1.33%
1.33%
1.23%
1.22%
0.04%
-9.12%
1.67%
1.89%
1.80%
2.02%
5.38%
2010
1.32%
1.29%
0.89%
1.28%
-5.36%
1.81%
1.62%
1.67%
1.27%
1.24%
1.36%
1.05%
9.62%
2009
1.30%
1.22%
1.18%
1.41%
1.25%
1.33%
1.27%
1.36%
1.36%
1.32%
1.35%
1.30%
16.81%
2008
1.20%
1.20%
1.26%
1.30%
1.27%
1.35%
7.81%
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

NAV UPDATE 21/09/2018, ore 22:00: 740€ (Nav stimata).


NAV UPDATE 14/09/18: 749.7542€ (Nav Ufficiale), -1.45% questa settimana e -5.89% per la scadenza di Settembre, con una settimana rimanente.


UPDATE 14/09/18: Il Fondo ha ottenuto una perfomance negativa questa settimana, causata da un'attività di trading non molto efficace e soprattutto da alcuni prezzi di riferimento di alcune opzioni che venerdì sono risultati un po' sballati. Queste distorsioni sono ora rientrate e la Nav è già migliorata sensibilemnte, molto più vicina alla nostra NAV stimata.


UPDATE:31/08/18: Il fondo ha subito un’ulteriore perdita causata dal continuo squeeze del mercato. Avevamo cercato di fare a Settembre una strategia più neutrale degli ultimi mesi, ma la salita del mercato è stata incessante (miglior Agosto per il Nasdaq dal 2000, al picco della bolla .com) ed il rialzo della volatilità ha causato una perdita sia sulle posizioni rialziste che ribassiste. La perdita è al momento mark to market, quindi possiamo e dovremmo rientrare per la scadenza, almeno in parte.


I motivi che negli ultimi mesi ci hanno spinto ad avere una visione ribassista del mercato sono molteplici: Italia -20% circa dalle elezioni di Maggio e -7% solo ad Agosto; con situazione di scontro politico aspro tra Italia e UE; Germania – 3.5% ad Agosto; Borse Sud americane a picco, guidate da Argentina e Brasile; Fx dei mercati emergenti ai minimi dal 2008; Rupia Indiana ai minimi storici, peggio addirittura della crisi asiatica del 1998, che portò al crollo delle borse mondiali; Cina: -5,25% ad Agosto e -17.60% da inizio anno; Guerra tariffaria tra USA e Cina, con gli Usa che continuano a imporre dazi sulle importazioni Cinesi e la moneta Cinese che continua a deprezzarsi. Se guardiamo alla svalutazione dello Yuan degli ultimi quattro mesi, parliamo di una svalutazione di circa il 9%. La svalutazione dell’Agosto 2015, che portò al crollo delle borse mondiali, fu del 3.8%; Crisi Turca, con la moneta Turca ai minimi storici e con in prezzi dei bond a picco; molte banche Europee sono invischiate coi bond turchi, tra di esse l’italiana Unicredit, la spagnola BBVA, la francese BNP Paribas: se le Turchia dovesse fare default sul debito, farebbe un buco superiore a quello di Lehman Brothers, che porto alla Grande Crisi Finanziaria del 2008; Borse Americane che hanno avuto in controtendenza un ottimo mese di Agosto; una divergenza tale tra le borse mondiali e la borsa USA non si vedeva dal periodo appena precedente la Grande Crisi Finanziaria del 2008.


Queste sono parte delle giustificazioni più evidenti e meno tecniche che ci hanno portato ad avere una visione ribassista sul mercato, a cui vanno aggiunte analisi tecnica, volumi, oscillatori, ecc. Il Fondo dopo la caduta di Febbraio aveva recuperato circa il 30% da Marzo a fine Giugno, seguendo una strategia rigida con opzioni settimanali, trading intraday sui futures e posizioni flat ogni weekend. Da Luglio abbiamo impostato delle strategie più importanti e a più lungo termine per cercare di sfruttare il ribasso e il conseguente scoppio della volatilità, che non è avvenuto. I risultati sono stati molto deludenti.


Il nostro piano è cercare di recuperare qualcosa per la scadenza di Settembre con la strategia attuale. Se il risultato dovesse peggiorare, anche solo minimamente, chiuderemmo l’intera posizione e ci rimetteremo a fare quello che abbiamo fatto da Marzo a Giugno.


Ad ogni modo dopo la scadenza di Settembre ritorneremo sicuramente alla strategia di Marzo-Giugno che era stata di enorme successo, con target settimanali tra 0.5%-2% e chiudendo sempre le posizioni ogni weekend.


Vi chiediamo di avere un po’ di pazienza, ma i risultati torneranno a brillare. Indicheremo, inoltre, nel sito una stima della Nav giornaliera ogni sera, per tenervi informati quotidianamente sulle dinamiche del fondo.